Varietà di olivo Livita Plus

Il meglio per l’olivicoltura
ad alta densità

Per il sistema di coltivazione ad alta densità dell’olivo Livita Plus, Buccelletti utilizza piante coltivate nel proprio campo madre situato a Castiglion Fiorentino (AR) in Toscana, certificate virus controllati dal Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Buccelletti ha selezionato le 6 cultivar più adatte al metodo di coltivazione Livita Plus: Arbequina AT01®, Arbosana, Koroneiki, Maurino, Leccio del Corno e Piantone di Mogliano.

Le nostre varietà

Arbequina AT01®

Arbosana

Koroneiki

Maurino

Leccio
del Corno

Piantone di Mogliano

La selezione varietale è motivata dalle caratteristiche di queste cultivar che, a fronte di test agro-scientifici, sono risultate ideali per il sistema di allevamento superintensivo dell’olivo. Garantiscono un’ottima risposta ad un’ampia meccanizzazione dei processi e anche per la loro elevata capacità di adattamento. La peculiarità di queste specifiche varietà, infatti, è dovuta alla resistenza al freddo, alla maturazione uniforme e all’adattabilità continuità alla produzione, che è costante negli anni.

Ogni pianta viene lavorata in maniera differente, a seconda delle sue specifiche caratteristiche. Per le varietà Arbequina AT01®, Arbosana e Koroneiki su ogni ettaro di terreno vengono piantati mediamente 1666 olivi posti a 1,5 m di distanza. Per le varietà Maurino, Leccio del Corno e Piantone di Mogliano, invece, vengono piantati mediamente 1250 olivi posti a 2 metri di distanza.

Gli impianti, inoltre, sono progettati su misura non solo in base alle caratteristiche delle cultivar idonee, ma anche in base alle specifiche del terreno. Grazie alla nostra consulenza, quindi, potrete scoprire come impostare in maniera ottimale Livita Plus per il vostro raccolto.

Cultivar italiane per l’oliveto superintensivo:
la nostra promessa

Grazie alle continue ricerche scientifiche condotte da Buccelletti, abbiamo fatto sì che il marchio Livita Plus fosse sinonimo di olivicoltura Made in Italy. Già oggi è possibile adottare il sistema di allevamento ad alta densità impiegando varietà di olivo italiane: Piantone Mogliano, Maurino, Leccio del Corno.

Ma vi facciamo una promessa: a breve, rilasceremo sul mercato nuove cultivar di genotipo italiano per l’olivicoltura superintensiva.

Infatti, da 5 anni è attivo un programma di miglioramento genetico che ha portato allo sviluppo di 16 selezioni di genotipo italiano, attualmente in fase di brevetto. Queste nuove varietà di olivo dovrebbero essere rilasciate entro il 2020.

Richiedi informazioni

*Informazioni richieste

Italiano
  • Italiano
  • Inglese